|
Login

Ricerca Tips

Calcolare le ore lavorate nei turni
(10 VOTITALY_VOTES, VOTITALY_AVERAGE: 3.30 VOTITALY_OUTOF)
Tips and Tricks - Formule

Chi lavora in Produzione o nelle Risorse Umane ha spesso il problema del calcolo delle ore del personale e Excel non è certo friendly nei calcoli, specie se non si conoscono alcuni elementi di base (vedi tip Lavorare con le ore).

 

In Excel le ore sono registrate come frazioni di interi e vanno inserite usando esclusivamente i simboli punto o doppio punto. La prima cosa da fare, quindi è evitare accuratamente di inserire le ore con il simbolo della virgola (come per esempio 8,36) o in altri modi che impedirebbero a Excel di fare il proprio lavoro.

 

Immaginiamo di avere nella colonna A il cognome, nella colonna B l'ora di entrata in servizio e nella colonna C l'ora di uscita. Nella colonna D vogliamo calcolare le ore lavorate che scaturiranno dalla differenza tra l'ora di uscita e l'ora di entrata.
La semplice sottrazione delle due ore restituisce un risultato sempre corretto tranne quando il lavoratore ha prestato servizio notturno: in questo caso avremmo un'entrata in un giorno e un'uscita nel giorno successivo e la sottrazione risulterebbe negativa. Per esempio entrata ore 22, uscita ore 06 --> 6 - 22 = -16. In questo caso la soluzione è aggiungere 1, cioé 24 ore.

La formula che risolve i nostri problemi è:

=C2 - B2 + se(C2 < B2; 1; 0)

 

Nell'esempio precedente, infatti avremo:

= 6:00 - 22:00 + 24:00 = -16 + 24 = 8

 

Va notato che nella formula SE() inseriamo 1 quando l'ora di uscita è inferiore a quella d'entrata. Questo equivale ad aggiungere 24 ore all'ora di uscita, quindi passare al giorno successivo (si vedano i tips 64 e 65 per maggiori dettagli).