|
Login

Ricerca Tips

Formattazione condizionale avanzata - Seconda Parte
(4 VOTITALY_VOTES, VOTITALY_AVERAGE: 4.25 VOTITALY_OUTOF)
Tips and Tricks - Formattazione

Quando si usa la Formattazione Condizionale con "la formula è" Excel non è molto flessibile.
Usando questa opzione, tranne casi perticolari, è sempre meglio riferirsi alla prima cella dell'intervallo da formattare usando un riferimento relativo.

Nell'esempio fatto nel Tip Formattazione Condizionale Avanzata - Prima Parte, l'intervallo era l'intera colonna A, quindi la prima cella era A1. Se nella formula usassimo A2, la formattazione anticiperebbe di una cella la verifica, quindi se nella cella A20 ci fosse stato un valore da evidenziare, il valore evidenziato risulterebbe in una cella prima, cioé nella A19.
Quando si usano riferimenti assoluti ($), invece, la formattazione condizionale lavora solo su quei riferimenti precisi e non sull'intero intervallo. Vediamo qualche esempio un po' più complesso.

 

Vogliamo formattare tutte le celle della colonna A quando il mese espresso in una data della colonna B è novembre oppure dicembre. Dovremo selezionare l'intera colonna A e, scegliendo "la formula è", digiteremo:
=O(MESE($B1)=11; MESE($B1)=12)

 

In E1:E20 ci sono dei valori. Vogliamo formattare tutte le celle della colonna A che sono inferiori o uguali alla media dell'intervallo E1:E20. La formula da digitare sarà:

=A1≤MEDIA($E$1:$E$20)

 

La colonna A contiene delle date. Vogliamo evidenziare tutte le date che sono delle domeniche o dei sabati. La formula dovrà essere:
=O(GIORNO.SETTIMANA(A1)=1; GIORNO.SETTIMANA(A1)=7).