| 
Login
Creare riferimenti variabili - INDIRIZZO
(3 VOTITALY_VOTES, VOTITALY_AVERAGE: 2.67 VOTITALY_OUTOF)
Tips and Tricks - Formule

Nel tip su SCARTO() si è potuto apprezzare la potenza di questa funzione che, però, funziona solo all'interno dello stesso foglio e, a volte, capita di dover usare dei dati dispersi in fogli diversi. In questi casi è utile usare una combinazione di funzioni che consente di costruire pezzo per pezzo un riferimento come "Foglio1!A1:B5".  Per ottenere questo risultato si può fare ricorso alle funzioni: INDIRIZZO, INDIRETTO, CONCATENA.

 

INDIRIZZO crea un testo che rappresenta riferimento a una cella singola, come per esempio "A1" oppure Foglio1!A1 che può essere usato in un'altra formula. Ha quattro argomenti: riga, colonna, ass, a1 e foglio.

 

Riga e Colonna sono un valore numerico che definisce rispettivamente il numero di righe o colonne a partire dalla cella A1 che bisogna saltare per ottenere il riferimento. Ass è un numero da 1 a 4 che definisce quale, tra riga e colonna, deve essere un riferimento assoluto: entrambe, riga, colonna, nessuna. A1 è un valore numerico e definisce se il riferimento deve essere definito come "A1" o "R1C1" (stile Lotus123).

 

La funzione è in grado di creare solo riferimenti a una singola cella: per questo motivo, da sola, non è sufficiente quando dobbiamo creare riferimenti a interi intervalli. Ecco degli esempi:
=INDIRIZZO(1; 2) crerà il riferimento $B$1
=INDIRIZZO(1; 2; 2) crerà il riferimento B$1
=INDIRIZZO(1; 2; 2; 1;"dati_di_origine") crerà il riferimento dati_di_origine!B$1.