|
Login
Search
Search Keyword: Total 21 results found.
Tag: Simulazione Ordering
Previsioni e forecast di vendita - prima parte

Spesso capita di dover fare previsioni su dati relativi a vendite o strutture di costo. In questi casi è utile poter confrontare il risultato delle proprie analisi con un modello di previsione matematico che tenga in considerazione la serie storica definisca quali valori ci si può attendere in n peridi futuri.

Previsioni e forecast di vendita - Seconda Parte

Nel tip Previsioni e forecast di vendita - Prima Parte si è discusso sulla funzione TENDENZA() per calcolare la regressione lineare di una serie di dati. In questo tip, invece, parleremo di un'altra funzione utile in casi in cui desideriamo una regressione non-lineare.

Forecast e stagionalità

Il modello permette di calcolare un Budget o un Forecast mensile automaticamente partendo dal dato annuo, ottenendo: valori mensili che seguano una stagionalità predeterminata, pendenza decrescente o crescente parametrica, smorzatura eventuale dei picchi (edge smoothing), correzione del Forecast in base agli Actual.

 

Per una corretta comprensione del modello è utile - se non necessario - procedere alla lettura dell'articolo indicato a fine pagina.

(Tecniche Nuove, novembre 2004, ISBN: 88-823-3403-1)

 

Excel è famoso per le grandi capacità di calcolo, per i potenti strumenti di analisi che contiene e per il linguaggio di programmazione integrato (VBA Visual Basic for Applications).

Queste caratteristiche fanno sì che il pacchetto possa essere sfruttato per risolvere tipi di calcoli diversi da quelli prettamente finanziari che siamo soliti associare a questo software.

Chi si occupa di calcoli scientifici o ingegneristici ha a disposizione un enorme bagaglio di funzioni avanzati e di straordinari tool di analisi statistica in grado di valorizzare al meglio le portentose capacità del programma.

 

Questo testo insegna come migliorare le proprie abilità nello svolgimento di calcoli complessi. Tra i vari argomenti si segnalano l’uso di Excel con VBA, l’importazione di dati da altre fonti, l’analisi dei dati, la visualizzazione e l’interpretazione dei dati, l’uso di Excel in calcoli scientifici. Tutte queste trattazioni sono corredate da esempi tratti dal mondo reale e vengono prese in considerazione discipline scientifiche quali la biologia, la chimica e la fisica.

 

L'autore, David M. Bourg, è un ingegnere navale che utilizza da molto tempo il computer per effettuare simulazioni e calcoli per il suo lavoro. Nello specifico si occupa dell’effetto del moto ondoso sulle navi. Insegna anche architettura e progettazione navale in un college.

 

 

 

(Franco Angeli, settembre 2006, ISBN 88-464-795-80)

 

I progetti Sei Sigma, da quelli più semplici a quelli più arditi, sono caratterizzati dall’analisi statistica dei dati e dalla ricerca di convalide attraverso dei test statistici. Alcuni test sono semplici, altri più complessi, ma in tutti i casi la conferma di un test può confermare le ipotesi di analisi e di miglioramento del prodotto e dei processi.

La mancata conferma non valida il lavoro svolto. Molto spesso i progetti Sei Sigma falliscono per il mancato uso - o uso errato - di adeguati strumenti e per l’assenza di un valido supporto software per l’analisi dei dati. La maggior parte delle tecniche statistiche sia di base, sia avanzate, come il Robust Design e l’analisi dei dati delle prove vita accelerate, necessitano di un adeguato supporto software. Questo supporto può essere dato, entro certi limiti, da Excel.

In questo libro vengono presentate, con istruzioni passo passo, applicazioni pratiche per la creazione di modelli, ma solo per esempio, relativi a:

- l'analisi delle principali distribuzioni di frequenza

- l'effettuazione dei test statistici: test f, test t e test x2

- la regressione lineare

- l'analisi della varianza, ANOVA

- la creazione di funzioni di calcolo personalizzate

- la creazione di macro per automatizzare i calcoli

- la creazione di menu personalizzati da inserire nella barra standard

- la distribuzione di Weibull

- la relazione di Arrhenius

- l'applicazione del Robust Design in modelli lineari

- le carte di controllo Xr

- la simulazione MonteCarlo per il Robust Design

Il testo spiega in modo piuttosto efficace come utilizzare Excel al meglio nell'analisi dei dati per le applicazioni Sei Sigma.

 

Usiamo i nomi - 2

Un metodo più semplice per creare un nome consiste nel selezionare la cella o le celle a cui il nome farà riferimento e digitare il nome stesso nella Casella del Nome, cioè il menu a tendina che appare in alto a sinistra accanto alla barra della formula.

CERCA.VERT senza segreti - 3

Uno dei presupposti fondamentali per far funzionare bene la funzione CERCA.VERT è che le tabelle siano ordinate: se questa condizione non è vera, il calcolo è molto più lento.

CERCA.VERT senza segreti - Seconda Parte

La sintassi di CERCA.VERT non è semplicissima se non si ha dimestichezza con le formule e presenta alcune peculiarità che vale la pena capire a fondo.

D: Sto valutando l'acquisto di una casa e vorrei calcolare la rata mensile del mutuo utilizzando la funzione RATA(). La banca propone un mutuo per 150.000 Euro di durata ventennale a un tasso del 3,6% annuo. Come devo usare la funzione per calcolare la rata e confrontare l'importo con il prospetto della banca?

(Mondadori Informatica, novembre 2006, 88-611-4013-0)

 

Gli strumenti di Excel per l’analisi what-if permettono di analizzare i dati e fare proiezioni per il futuro.

Queste previsioni portano a prendere decisioni migliori e svelano i misteri di molti scenari e ipotesi di analisi aziendale.

Per esempio, con la what-if analysis, si può prevedere il modo in cui l’abbassamento del prezzo per unità, con un conseguente aumento delle vendite previste, può influenzare i margini di profitto.

Gli strumenti base della what-if analysis sono Ricerca Obiettivo, Tabelle di Dati, Scenari e Risolutore. Attraverso questi tool è possibile simulare e interpretare correttamente i dati.

L’utilizzo dei fogli elettronici per l’analisi dei dati è molto diffuso, ma questo libro aiuta il lettore a creare previsioni con gli strumenti what-if di Microsoft Excel, attraverso tabelle di dati, ricerca obiettivo, scenari e risolutore. Una trattazione completa e approfondita di questi strumenti in chiave pratica e semplice. Un libro per utenti di qualsiasi livello che desiderano sfruttare al massimo gli strumenti di analisi per prendere decisioni.

L'autore, Paul Cornell, lavora nel team di documentazione per Microsoft Visual Studio Tools relativo a Microsoft Office System. Ha lavorato come editor, autore e articolista per MSDN Office Developer Center e ha realizzato Microsoft Office Visual Basic Language Reference. Ha fondato inoltre il Power User Corner, su Microsoft Office Online, a cui contribuisce di frequente.

Tags: Simulazione

(Edizioni FAG Milano, aprile 2007, ISBN 88-823-3857-2)

 

Creare un Business Plan è un esercizio complesso, sia quando si pianifica la nascita di una start-up, sia quando si organizza il lancio di un nuovo prodotto o l'acquisizione/fusione di un'azienda

 

In un contesto fortemente multidisciplinare, chi regide un Business Plan deve mettere insieme aspetti strategici e contabili, analisi di mercato e struttura progettuale, risorse umane e analisi dei competitors: tutto per ottenere un un unico fondamentale numero: il VAN di progetto.

Nel testo vengono affrontati tutti gli aspetti teorici che stanno dietro alla creazione di un piano di Business, illustrando quali sono le metodologie che si possono usare per rappresentare una dinamica di mercato o uno scenario competitivo, dalla SWOT Analysis al Modello a 5 forze di Michael Porter, dalla costruzione del Cash Flow di Progetto al dimensionamento del mercato.

 

Questo testo, a differenza di molti altri, Business Plan con Excel riserva ampio spazio agli strumenti tecnici che vi consentiranno di creare fogli di simulazione e scenari strategici in modo semplice e dinamico. Nel testo le funzionalità esposte tengono in considerazione anche la recente evoluzione/metamorfosi di Excel nella versione 2007 (Office 12).

Solo per citare alcuni strumenti di Excel utili nella creazione di un Business Plan, troviamo gli l'uso avanzato della funzione CERCA.VERT per recuperare i dati nei diversi fogli della cartella, la nuovissima funzione SOMMA.PIU.SE, l'implementazione di assunzioni diverse attraverso gli Scenari, la simulazione a una variabile attraverso Ricerca Obiettivo, la gestione guidata dei valori del piano di Convalida Dati e la modellizzazione complessa offerta dal Risolutore.

 

Gli strumenti tecnici che sono trattati nel testo, non riguardano esclusivamente Excel: sono affrontati alcuni aspetti non marginali della redazione del Business Plan attraverso Word come, per esempio, la numerazione delle pagine e la creazione del sommario attraverso Word, l'integrazione di tabelle e calcoli automatici di Excel all'interno di Word o la creazione di un Pdf in modo efficace e gratuito.

A corredo del testo vi sono numerosi esempi, casi aziendali e un Case Study sull'espansione internazionale.Autore: Gianclaudio Floria, Microsoft Excel MVP. Prefazione di Dario Basset, Top Manager di Alcatel Italia con decenni di esperienza nel Business Planning a livello internazionale.

 

::: Leggi la RECENSIONE pubblicata sul portale Programmazione.it :::

 

Opzioni avanzate nella gestione dei grafici

I grafici sono uno strumento di straordinario impatto comunicazionale, ma la loro conoscenza approfondita è prerogativa di pochi. In questo tip segnaliamo due trucchi molto utili e poco conosciuti.

Scoprire le cifre che compongono una somma

Il Risolutore è in grado di risolvere problemi complessi attraverso una logica di Trial & Error: il programma prova e riprova soluzioni fino a che non si avvicina alla soluzione giusta. Vediamo la soluzione a un problema che spesso assilla chi si occupa di riconciliazioni contabili e deve capire quali cifre concorrono a formare una certa somma. Vediamo come impostare questo problema con il Risolutore.

Creare simulazioni complesse

Iniziamo con questo tip a parlare del Risolutore uno strumento di enorme importanza per chi vuole effettuare analisi di scenario e per chi ha bisogno di risolvere problemi complessi di Programmazione Lineare.

Richiamare i dati al volo

Esiste un modo eccezionalmente semplice per richiamare un dato in una tabella senza usare alcuna formula ma semplicemente i nomi e qualche accorgimento.

Funzioni nascoste nel mouse

In linea di massima, meno si usa il mouse meglio è. Questo è quello che raccomandiamo da sempre (vedi i tips sulle scociatoie 1, 2, 3, e 4). Esiste però un utilizzo insostituibile del tasto destro del mouse nella gestione delle serie numeriche.

Non solo CERCA.VERT

Per la piena comprensione di questo TIP, raccomandiamo la lettura del tip su CERCA.VERT e correlati.

Chi usa CERCA.VERT sa che questa funzione impone che la colonna di ricerca sia posta sempre a sinistra rispetto alla matrice in cui vanno cercati i dati. Ma CERCA.VERT non è l'unica funzione di ricerca.

Usiamo i nomi - prima parte

Una delle funzionalità più interessanti e utili di Excel è l'uso dei nomi.

Il loro utilizzo permette di trasformare una formula come =A$5*Foglio2!$c$27*(1-F25)*(1+G27) in =A$5*cambio*(1-sconto)*(1+IVA): la leggibilità/comprensibilità della formula migliora sensibilmente.

Controllare le celle a distanza

Le versioni più recenti di Excel a partire dalla XP (2002) hanno introdotto una nuova funzionalità che può rivelarsi estremamente interessante quando dobbiamo tenere sotto controllo il valore di una o più celle. La funzionalità si chiama Finestra controllo celle e permette di tenere sotto controllo il valore, la posizione e la formula di una o più celle.

CERCA.VERT con CONFRONTA

Il terzo argomento della funzione CERCA.VERT è un valore numerico che rappresenta il numero di colonne (a partire dalla prima a sinistra della matrice indicata nel secondo argomento) che il programma deve saltare per prendere il dato che ci interessa.

<< Start < Prev 1 2 Next > End >>